Prima missione Vita che rinasce

11 aprile 2018
Missione Norcia, Amatrice, Montereale, L’Aquila

Il conto a rovescio…..c’è….domani pomeriggio parto da casa, prima tappa Brugnato, pappa e ninna da Maura e Stefano che mi ospitano e partono con me venerdì mattina presto….seconda tappa Norcia, poi…Amatrice…..poi….fattoria……poi….Angelica ……poi….Montereale…..poi…L’Aquila dove avrei bisogno di una settimana per coprire tutti gli infiniti impegni ma ho solo 2 giorni….super concentrati con i minuti incastrati per riuscire a a fare tutto…..esigenza assoluta…essere in uno stato di grazia particolare….essere in pace….non avere nemmeno un pensiero negativo e nessuna preoccupazione….di nessun tipo….voglio avere la mente libera …voglio godermi i miei due giorni e non voglio preoccuparmi di niente e di nessuno….questa volta sono sicura di riuscirci …. l ho sempre considerata un’utopia e questo pensiero mi ha sempre fregata….ogni volta…..ogni volta mi sono fatta trascinare in problemi non miei …..ho permesso di farmi coinvolgere in situazioni non mie ….non sono mai stata egoista e non ho mai pensato solo a me stessa ma da questa volta in poi non succederà mai più…..penserò solo a me stessa perchè Vita che rinasce ha progetti importanti….ma importanti davvero e non per me….ma per tante, tantissime persone che hanno piacere e bisogno di essere aiutate…che sanno che possono contare su di noi….che vogliono vedermi serena , che vogliono vedermi in salute, che si rattristano quando mi vedono preoccupata e io mi sono fatta una promessa….a L’ Aquila, a Sestri, in ogni luogo in cui mi troverò, con chiunque sarò, in qualunque situazione o contesto….sempre e per sempre…..non permetterò mai più a nessuno di ferirmi, di giudicarmi, di ostacolarmi, di calluniarmi, di offendermi, di prendersi gioco di me, di usarmi in modo gratuito…..d’ora in poi, se succederà non farò finta di nulla, andrò ogni volta fino in fondo a chiarire e sapete perchè ? Perchè quando non l ho fatto per rispetto ed educazione a rimetterci non sono stata solo io ma le mie missioni e di conseguenza le persone coinvolte….questo non è giusto e già da ora mi prometto….Cris….non succederà mai più.
E cosa vi chiedo anche questa volta ? Di essere uniti a me…..ogni volta che potete, se possibile anche più delle altre volte, di pregare per me e di pensarmi spesso…. perchè questa volta non è così facile partire….sono nel bel mezzo di un servizio di prima accoglienza e non è facile allontanarmi anche se so con certezza che è tutto “sotto controllo”….non è facile emotivamente ….e sono loro a farmi forza, i miei ospiti….vai tranquilla Cris che noi staremo bene…..lo so belli che siete in gamba e completamente autonomi …non è questo il problema ma staccarmi da voi….anche per pochi giorni….anche se ci sentiremo….farò un percorso, ve lo prometto….comincerà presto e mi aiuterà a riuscire ad essere meno coinvolta emotivamente perchè, tra l altro, ci sarà più spazio in me per occuparmi di voi….è questo che mi ha convinta ad iniziare un “percorso di guarigione”….chi me l ha proposto sapeva come fare a convincermi e ci è riuscito perfettamente…..le dinamiche….che bella invenzione……vi amo da vivere ragazzi !!!!

13 aprile 2018
Prima missione di vita che rinasce….”giro completo” a salutare tutte le meravigliose persone conosciute durante le 18 missioni da ‘volontari semplici” ora siamo “saliti di grado” …ora siamo un presidente e un vice presidente….e.nei giorni scorsi mi dicevo….vai tranquilla Cris !!!! Vedrai che ora che è cambiato tutto saranno cambiate anche le tue emozioni vedrai che sarà una passeggiata a livello emotivo ….ora che non sei più una semplicissima volontaria ma niente po’ po’ di meno una vicepresidente sarà facile facile….5.20….partenza da Brugnato….stessi autogrill ….stessa luce man mano che arriva il giorno, stessi odori, stessi racconti con Maura e Stefano perché quando vai insieme in missione per la prima volta e non ti conosci il lungo viaggio serve proprio a questo a raccontare una parte della tua vita, a conoscersi…a “diventare amici” a scherzare….a dirci….ma siamo proprio matti uguali !!! …e la prima tappa si avvicina….Norcia, casolare, piscina, genitori di Simonetta, scala per arrivare da loro, laboratorio, legumi, sole tiepido che che ti entra nelle ossa e prova a scaldarti il gelo che hai dentro, ….e Gio…che questa volta non è solo ma ha addirittura un autista tutto suo….eh già ….tutti i presidenti hanno gli autisti privati… soprattutto quelli che decidono di esserci, di fare il solito giro fatto 18 volte per abbracciare tutti, per portare un po’ di aiuti arrivati da ogni dove, per dire…ehi…sono felice di essere di nuovo qui…sono felice di poterti abbracciare ….me la sono vista brutta ma non era la mia ora e siamo qui, per salutarvi, per abbracciarvi ….per dirvi….Vita che rinasce c è e ha progetti importanti dei quali i primi a farne parte sarete voi….proprio voi che siete ancora qui come la prima volta, con la vostra disperazione, con la vostra pochissima speranza per un futuro diverso e migliore, con la vostra rabbia, la vostra delusione, la vostra paura, il sismologo dice che….voi me l avete detto dalla prima volta che ci siamo conosciuti questo è l antipasto, la vera botta finale deve ancora arrivare…lo dice la nostra storia…e ora lo dice pure lui….lu scismologo ma a noi che ci fa ?….
Simonetta, Franco, Antonio, Elide, Barbara, Rita, Angelica, Giovanni….siete meravigliosi…grazie di esistere…grazie per aver rivissuto con noi ogni emozione vissuta insieme per 18 volte….grazie perché a sopportare due come noi non è facile eppure, come ogni volta, esattamente nel preciso istante in cui ci si deve salutare perché il tempo quando siamo in missione non è mai dalla nostra parte e ci abbracciamo da farci male la frase è sempre quella….grazie di tutto …grazie perché ci siete stati, ci siete e ci sarete…. tornerete…si? ….si carissimi nostri amici…. torneremo…magari non presto ma appena possibile si….per stare con voi, per portare qualche piccolo aiuto che serve per rimanere in contatto….per non perderci di vista….per dirvi… Ehi, siamo qui.. vita che rinasce ha dei bei progetti e voi ne farete parte, perché siete stati i primi, perché siamo cresciuti insieme perché siete splendidi e meravigliosi …. perché ci amiamo da vivere ….

15 aprile
Inizia il terzo e ultimo giorno di missione….vorrei….il mio desiderio più grande è…..non pensare a nulla , svuotare completamente la mente e il cuore, resettarmi, chiudermi in una campana di vetro e rimanerci per sempre, non parlare, non ascoltare, non piangete, non ridere , non avere un cuore, non avere una mente, non avete emozioni, non avere nessun pensiero….nessuno….nessuna idea, nessuna proposta, nessuna domanda è di conseguenza nessun bisogno di risposte… è vero che ho avuto tutti questi desideri in qualche minuscolo attimo dei primi 2 giorni di missione…. è la verità ed è stupido negarlo a me stessa, è vero che per qualche minuscolo attimo ho desiderato non essere qui, non dovermi confrontare, non dovermi mettermi n discussione, è vero che ho desiderato avere la mente vuota per non essere obbligata a pensare, a fare domande e di conseguenza pretendere delle risposte….. è vero che il distacco dal progetto prima accoglienza l ho sentito e non l ho vissuto bene…. è vero che all’ inizio di ogni missione entro nel mio mondo e spesso mi dimentico persino di dare notizie a casa a chi è in pensiero per me, ma è anche vero che questa volta , nel mio mondo in cui sono entrata due giorni fa ho portato con me i miei ospiti, non dico fisicamente ma nel mio cuore e ce lo siamo detti al telefono ..non siamo pronti per il distacco, non siamo pronti a vivere lontani, a sentirci per telefono, a video chiamarci ma a non avere la possibilità di abbracciarci….e loro non sanno cosa significa questo ma io si… Il mio “percorso di guarigione” deve iniziare al più presto….devo e voglio essere in grado di gestire meglio le mie emozioni, le mie gioie e i miei dolori….non c è una via di mezzo e non c è una soluzione alternativa ….
: E il mio percorso di guarigione non è ancora iniziato quindi anche questa volta hanno vinto le emozioni, quelle che non mi permettono di scindere le amicizia dai ruoli, quelle che mi fanno dimenticare di avere dei doveri ma anche dei diritti ….il mio dovere è quello di rispettare le regole e ,prima ancora, di capire che ci sono delle regole ….il mio dovere è quello di assumermi le mie responsabilità perché ho scelto un ruolo importante in un associazione Onlus….che non è proprio una cosuccia da nulla… è una Onlus…..una Onlus che ha progetti sul sociale….era troppo facile crearne una culturale, o sulla natura, o sull’ ambiente o sulla ricerca delle stelle ecco si….questa è la più intelligente …. perché Cris non ti sei inventata una Onlus per cercare nuove stelle ???? È una Onlus originale , unica nel suo genere, di certo a nessuno verrà mai in mente di istituire una Onlus per cercare stelle nuove e tra l altro sarebbe sicuramente affascinante ….pensate ai titoli sui giornali !!!!! Cristina Olivieri….la pasionaria di nuove stelle ne ha trovato una nuova !!!!! E poi due !!!! E poi tre !!!!!!! Non si ferma mai… è instancabile … è unica…..se non ci fosse lei nessuno avrebbe mai trovato addirittura tre…..dico tre nuove stelle e l’ umanità intera sarebbe costretta a vivere tutta la sua vita senza sapere dell’ esistenza di tre nuove stelle e tra l altro ragazzi…..pensate alla mia esaltazione !!!!! Alla mia famosissima malattia di protagonismo ….che stupida sono stata a sbagliare genere….ho scelto il sociale invece che l ambientale….ho scelto di occuparmi di persone in carne e ossa o meglio …di provare a fare qualcosa per riuscirci ….ho scelto di entrare in stretto contatto con loro….di ascoltarle, di fare mio il loro dolore, di abhracciarle, di consolarle e anche di essere consolata….di dare loro una speranza quando le avevano perse tutte….di dire loro….ehi ….sono qui….con tutti i miei difetti e fallimenti ma ci sono e non finisce qui….questo è solo l inizio….vedrai…..questo ho cercato di fare ogni volta a partire dal 2 settembre 2016….9 giorni dopo il terribile terremoto che ha devastato Amatrice….l ho fatto anzi no….l abbiamo fatto da subito, dalla prima volta il nostro metodo è stato questo…entrare a stretto contatto con le persone, mangiare con loro, piangere con loro, rudere con loro, ascoltarle e fare nostro il loro dolore….prina di tutto questo e immediatamente dopo gli aiuti…. sempre…..ogni volta….giusto Gio ?
Poi , quando abbiamo intuito che gli aiuti non ci bastavano più abbiamo pensato a una Onlus….prima nella nostra testa….si chiama fantasia, utopia….e poi abbiamo desiderato concretizzare il nostro sogno….ci abbiamo provato con mille paure e mille dubbi ma….l unione fa la forza….ormai lo sappiamo a memoria….e ci siamo riusciti…barcollando un po’ di qua e un po’ di la ma ce l abbiamo fatta….questa scelta ci dà maggiori possibilità di poter aiutare perché con una Onlus puoi presentare progetti importanti e puoi addirittura chiedere dei finanziamenti importanti per avere la possibilità di realizzarli ….ma questa scelta….la scelta di coprire i due ruoli più importanti comporta in automatico delle responsabilità , dei diritti ve di conseguenza dei doveri…..i miei diritti da vice presidente quali sono ? E i miei doveri ? …..il rispetto prima di tutto, poi la divisione dei compiti….poi…vari impegni….poi….l umiltà di chiedere aiuto quando so di non essere in grado di….poi….lo sforzo enorme per non sentirmi inadeguata ….per reagire alle minacce, alle accuse, poi….la lista è infinita ma il senso è questo….
non è stato facile entrare in questo ruolo e l ho fatto piano piano ….in punta di piedi….con tanta fatica perché caratterialmente non è così facile entrare in un ruolo di vice presidente…avere delle responsabilità , dei doveri, delle regole da rispettare ma è stata una mia scelta ….nessuno mi ha chiesto di farlo….l ho scelto io e quando si sceglie un ruolo così importante bisogna, piano piano, mettersi in condizioni di coprirlo meglio possibile, per me stessa , per le persone che voglio aiutare , per chi fa parte dell’ associazione ….un presidente, una segretaria….tutti i soci….e mi sono chiesta ….: Cris….sei tecnicamente preparata a coprire un ruolo così importante ? No….ma…magico Internet….piano piano ho letto cos è una Onlus….uno statuto ….un atto costitutivo che solo a imparare questo terribile termine ci ho impiegato tre giorni….al ruolo di un vicepresidente , e la parte tecnica un pochino …non dico tanto ma un pochino c è.
Poi ….quando mi sono documentata sul ruolo di un vicepresidente provo ad entrarci e capisco che ho delle responsabilità , dei diritti ma anche dei doveri….e sono comunque tranquilla perché un vicepresidente ….il suo compito più importante è quello di sostituire il presidente in caso di….e che mi fa ? Che ce vo ? Io non sono mica scema !!!! Me lo scelgo bene il mio presidente….mica mi vado a scegliere un presidente da sostituire in caso di !!!!!
Ma non siamo noi a decidere i casi della nostra vita…eh no….non siamo noi a poter decidere se farci venire o no un bell infartuccio e a dire…sai che c’è ? Mo me so’ stancato de fa er presidente….mo pensaci un po’ tu….oiiii….no Gio !!!! Non sono pronta….ti prego….dammi un po’ di tempo per sostituirti !!! Eh no….sono io il presidente e oggi, 6 gennaio, decido di farmi venire un bell infartuccio e addirittura di fartelo toccare con mano che, diffidente come sei, poi magari vieni a dirmi che non è vero…..che fatica Gio…nel giro di pochi minuti divento presidente….ufff….che peso. Che responsabilità ….e torno da te dopo 15 giorni…giusto per capire se posso riconsegnati il tuo ruolo ma vedo che non è ancora possibile e ti faccio una promessa…ci sono Gio…tu stai solo tranquillo e cerca di guarire bene ma io ci sono….due mesi….per due mesi entro in un ruolo meraviglioso….penso, progetto, realizzo idee meravigliose, due mesi di presidenza mi danno una forza incredibile e tra l altro mi piace ma …. ahimè….tutto finisce prima o poi e …. decido….fammi andare a dare una controllatina e a farmi capire se posso e devo tornare al mio vecchio e insignificante ruolo…. Gio…ti ho chiesto di raggiungermi a Norcia con un autista privato per avere la possibilità di osservarti, di capire se finalmente è arrivato il momento di restituirti il tuo ruolo e…..signori e signore…..ho una notizia strepitosa da darvi….questo desideratissimo momento è arrivato… Con immensa gioia vi annuncio che….il nostro presidente è tornato a coprire a tutti gli effetti il suo incarico perché sta decisamente meglio e….ci stupirà con effetti speciali !!!!!

 16 aprile
Durante il viaggio di ritorno non sto bene, febbre alta e malessere, mi sento come se un trattore mi fosse passato sopra…riesco finalmente a dormire e a non pensare….ora non sto benissimo ma penso….sono due le realtà di Vita che rinasce, centro Italia e Sestri Levante….assistenza alle persone colpite da calamità e assistenza ai senza fissa dimora….due realtà completamente diverse e divise, per genere e per distanza ma  dentro di me si intrecciano continuamente…dentro di me non esiste serie a e serie b….hanno uguale importanza….riusciamo, prima di partire, a trovare un tempo come direttivo e escono idee fantastiche, soprattutto da te Gio che sei spesso convinto di non essere in grado di pensare, di progettare, di organizzare….non è così…odi gli interrogatori e a rischio di farti innervosire  comincio proprio con quelli….unico modo, per ora, per tirarti fuori tutto il meraviglioso che c’è in te….e ci vuole un po’ di tempo ma….ecco il vero Gio, quello che non si propone mai perchè….a Cristì…hai sempre pensato a tutto tu…che c’entro io ? Ho sempre sbagliato Gio, o meglio,…non siamo più 2 semplici volontari che grazie all’ aiuto di un meraviglioso gruppo  portano aiuti alle persone colpite da calamità….ora siamo un presidente e un vicepresidente e abbiamo due ruoli im portanti e abbiamo il dovere di rendercene conto e di fare il possibile per coprirli al meglio….tu Gio sei il presidente e ti chiedo….pensa a un progetto futuro per Vita che rinasce….provaci Gio….ecco vedi….va bene un centro Italia, ci mancherebbe….felicissimo di aver fatto tutto quello che abbiamo fatto ma….ho riflettuto tanto in questo ultimo periodo e mi sono chiesto…quante persone qui a L’Aquila , che sono state colpite dal terremoto 9 anni fa sono in difficoltà ?…non lo so Gio….quante ? Tante Cri….vero Claudia ?…si….ok…bene…e ditemi…ne conoscete qualcuna ? si, qualcuna si ma secondo noi sono davvero tante…bene Gio….il primo passo qual’ è ?..non lo so….ok Gio….il primo passo è fare tutto il possibile per conoscerle, per capire quanto sono in difficoltà e di cosa hanno bisogno….sarai tu a farlo perchè 500 kilometri di distanza non mi permettono di farlo….sarai tu ad avvicinarti a loro, a dirgli chi sei e cosa hai idea di fare, a diventare loro amico, loro si fideranno di te, apriranno il loro cuore e noi potremo aiuitarli….così funziona e lo sai…..lo hai visto ogni volta….sono stata la tua maestra ogni volta che ci siamo avvicinati a qualcuno per cercare di aiutarli e ora tocca a te perchè ora sei pronto, ora cominci a tirare fuori le idee meravigliose che hai, ..cominci a proporti, a metterti in discussione, a non dare tutto per scontato e ….può funzionare anzi….di sicuro funzionerà e lo sai perchè ? perchè ognuno di noi ha dei di talenti, chi tanti chi pochi…a volte sono un po’ nascosti , i miei ad esempio sono rimasti nascosti per tantissimo tempo, diciamo semplicemente che già da piccola sicuramente erano dentro di me, e io li sentivo ma un giorno, durante un percorso di guarigione del cuore ho scoperto che i bambini, tutti i bambini, hanno un unico punto di riferimento, i loro genitori, e non vogliono deluderli mai, e per non deluderli invece di portare avanti i loro sogni portano avanti i sogni dei loro genitori,  questo succede perchè tutti i bambini hanno paura di essere abbandonati dai loro genitori se non fanno quello che piace a loro  in automatico i loro talenti rimangono nascosti, anche i miei, anche i tuoi,,,tutti insomma….quelli più fortunati hanno dei genitori che gli dicono…ehi, stai tranquillo, si è vero…io per te ho pensato a una scuola di calcio ma se tu preferisci un altro sport non è un problema….vieni che andiamo insieme ad informarci…quelli meno fortunati no….quelli più fortunati quando crescono incontrano delle persone che li aiutano con l’ autostima perchè l’ autostima è il perno della nostra vita…quelli meno fortunati no….quelli meno fortunati nemmeno quando crescono incontrano persone che gli dicono….ehi ! ma come sei messo ???’ che stai a di ? non sei un fallito, non è vero che non sei capace a fare niente ! tu sei una persona meravigliosa e pretendo di vederti felice perchè te lo meriti, perchè sei un prodigio meraviglioso, perchè sei una potenza ! e allora continuano a vivere tutta la loro vita nella convinzione di non valere nulla, di essere dei falliti, di non essere in grado di pensare, di non avere nessun diritto ma solo dei doveri, semplicemtente perchè tutti gli hanno insegnato così….quelli più fortunati a un certo punto della ,loro vita , anche da molto grandi, incontrano, finalmente, qualcuno che quanto meno li fa mettere in discussione e gli dicono…ok….sei proprio convinto di essere un fallito…va bene….fa come te pare ma almeno pensaci, secondo me non è così…e ti sfidano, ti scuotono….e si mettono in testa di averla vinta loro e la cosa stupenda qual’è ? che ci riescono sempre e sai perchè ? perchè sicuramente anche loro hanno vissuto una parte della l,oro vita sottomessi e sicuramente anche loro hanno avuto vicino delle persone che l autostima gliel’ hanno annullata e quando sono usciti da questo terribile tunnel si sono detti…..ora ho uno scopo nuovo ed è quello di incontrare persone tristi, deluse, amareggiate e di urlargli che la vita è bella e che abbiamo il dovere di viverla al meglio, abbiamo il dovere di avere dei sogni e addirittura abbiamo il dovere di provare ad esaudirli tutti….attenzione…il dovere non il diritto !
Io questa fortuna l ho avuta !0 anni fa, nel 2008, in un momento in cui, per l’ ennesima volta, la mia vita è un completo fallimento, proprio di quei momenti in cui tocchi il fondo e dici,,,,sai che c’è ? che non ho più voglia di vivere perchè sono una fallita, perchè sono solo capace di fare disastri, perchè nella mia vita non ho fatto niente di buono, mai, nemmeno una volta….eh si, ci sono questi momenti e l’ agosto 2008 per me è proprio uno di quei momenti.
A san Bartolomeo viene organizzata una missione di strada da un gruppo di pazzi che si chiamano “Nuovi Orizzonti”….vado alla riunione ….li osservo….li ascolto….e voglio andarmene, questi sono pazzi….questa è una setta pericolosa e sicuramente un po’ di erbetta prima di venire qui se la sono fumata…guarda come sono felici, guarda come cantano e come ballano e ho capito bene ?…questi stanno venendo qui, nella nostra comunità per una missione di strada a sconvolgerci ??? vogliono andare sulle strade e sulle spiagge di giorno e di notte a dire a tutti….ehi !!!! sveglia !!!! Gesù mi ha cambiato la vita e vuole farlo anche a te ??? no belli, state lontano da me per favore…io vengo a prerpararvi la colazione e poi ci vediamo il mattino dopo sempre per la colazione e voi vi fate la vostra bella missione di 5 giorni…speriamo passino velocemente e poi togliete il disturbo….proprio così ho detto alla riunione….che non vi venisse in mente di coinvolgermi ! più tardi….qualche mese dopo…la responsabile mi ha detto…sai qual’ è stato il preciso momento in cui ho capito che saresti stata immendiatamente dei nostri
? quello quando hai detto…..io mi impegno per farvi la colazione ma non dovete chiedermi una collaborazione diversa nella misisone perchè io non sono come voi, vi ammiro ma non sono brava come voi…..tranquilla ti ho risposto…ricordi Cri ? proprio così ti ho risposto…durante le nostre missioni siamo “autonomi” a uscire su strada . alla comunità che ci accoglie non chiediamo soldi ma i pasti e i letti perchè siamo impegnati quasi 24 ore al giorno e non chiediamo di uscire su strada con n oi di giorno e di notte ma chi vuole può farlo….ecco bene…..state lontani da me…..pomeriggio….arrivano i pazzi e ceniamo insieme nel campo….si si…confermo …questi sono fuori di testa….buona notte a tutti…..cercate di dormire bene che ne avete bisogno….ci vediamo domani mattina per la colazione….e rientro a casa….e cerco di dormire ma penso…penso a loro, al loro sorriso, alla loro gioia, quella gioia che se non ce l hai nel cuore non puoi fare finta di averla e mi chiedo….ti piacerebbe  averla Cris ? si, mi piacerebbe, almeno una volta nella mia vita mi piacerebbe essere felice come loro…..ma io non sono come loro quindi non succederà mai.
Colazione….ehi Cri….siediti qui con noi dai ! fai colazione con noi e parliamo un po’….io ?…ma…..io….davvero posso ?……io devo solo prepararla la colazione non so se posso……non voglio disturbare….ma cosa dici dai….vieni qui ! e sono una di loro, da subito, dal preciso momento in cui mi siedo al loro tavolo e consumiamo insieme la colazione divento una di loro…ballo e canto con loro……prego con loro….esco su strada con loro e…..sono felice…..ho la gioia vera nel cuore….una gioia mai provata e decido….voglio saperne di più.
La mia vita è cambiata…..è decisamente cambiata….ho la fortuna di avere una piccola comunità nuovi orizzonti a un oretta da casa mia e quando posso li raggiungo….il giovedi sera sempre per la preghiera di lode e quando posso il fine settimana li raggiungo e qualche volta mi fermo con loro due giorni…..li seguo nelle loro missioni di strada, Genova, Como, Milano….di notte si esce a coppie su strada e si scende negli inferi dei ragazzi tossicodipendenti e si sta con loro, si parla e si piange con loro e si diventa amici e spesso accettano la comunità di recupero.
Aprile 2009…un devastante terremoto colpisce L’Aquila….non guardo mai tv e io lo scopro dopo due giorni…..4 giorni per organizzare una raccolta , riempire 13 mezzi, tra cui un camion , furgoni, pulmini e qualche macchina familiare….10 mesi dopo aver conosciuto i nuovi orizzonti Qualcuno decide che è finalmente arrivato il mio momento e mi dice…Cris…ora tocca a te…..vuoi essere strumento nelle mie mani ?…Si…..eccomi…..