Emergenza freddo

24 febbraio 2018

Carissimo diario, in questi giorni entreremo in emergenza freddo e questa mattina ho avuto l’idea di provare ad attivarmi per dare una mano alle persone senza fissa dimora.
Dopo mille telefonate soprattutto da parte di chi non mi conosce , assistenti e assessori comunali pieni di dubbi e certi che in poche ore non sarei stata in grado di organizzare un accoglienza per emergenza freddo, le domande più assurde….come puoi pensare di affrontare un emergenza freddo senza neppure un thermos (ne ho due ! 😳)…cosa ti è venuto in mente che oggi ci sono 15 gradi (domani non li avremo più) … esigo almeno un volontario fisso a dormire e da questo volontario pretendo il massimo, prima di tutto deve essere in grado di occuparsi della pulizia del locale giornalmente (no, prima di tutto deve essere in grado di accogliere e assistere gli ospiti, ne ho due volontari e sicuramente faranno ANCHE pulizie giornaliere) , ma se tu vuoi uscire su strada con la protezione chi ci sta con loro ? (Sono “cavolini fritti” miei ma se ti fa piacere puoi coprire qualche turno) ….ma sei sicura? Ma sei pazza o cosa? Non è fisicamente e umanamente possibile, la frase più stupenda di tutte è stata….prendiamoci un tempo per pensarci e io….quanto tempo? 4 o 5 giorni….un po’ mi conosco e davvero quello che mi ha stupito di più di me stessa è stata la calma , la tranquillità e la lucidità con cui ho risposto ad ogni domanda…e mentre rispondevo mi chiedevo da dove arrivavano quelle parole così spontanee, quelle soluzioni immediate alle richieste più assurde.. mi sono chiesta perché non rinunci Cris ? Me lo sono chiesta in particolare dopo la stessa frase arrivata almeno una decina di volte come una pugnalata al cuore e addirittura scritta nella mail di resoconto finale perché….ci vuole un programma ben definito e scritto….la frase….questa cosa che VUOI fare ….il tono è …vuoi fare sta cosa e per noi è un fastidio in più…ad ogni pugnalata mi sono chiesta…in un territorio e una comunità così grande perché solo a me è venuta in mente questa cosa? E perché anche se ti dico…stai sereno/a che è già tutto organizzato tu non dovrai muovere un dito continui a inventarti di tutto per farmi arrendere…. perché Cris non molli tutto ? Alla fine cosa ti cambia a te? Ieri non ho avuto tempo e forza per darmi delle risposte ma ora si….io non ce la faccio a stare qui, in casa, più o meno al caldo o semicaldo o quasi freddo ma in casa, diciamo al riparo sapendo che fuori ci sono persone che un riparo non ce l hanno….non è che lo faccio di proposito ma proprio non ce la faccio…. impazzisco…io non lo so perché succede ma succede e faccio tanta fatica a capire perché deve succedere proprio a me,,,proprio solo a me e non ho nessuna risposta , il vuoto assoluto ma anche al limite dello sfinimento mentale ringrazio infinitamente per questo meraviglioso dono e chi ha deciso che io sono stata pensata per essere esattamente così prima ancora di essere stata concepita, si perché sicuramente per farmi così c è stato bisogno di tanto impegno 😜😜😜… perché ho scritto questo ? Perché sarà dura, perché è la mia prima esperienza e un po’ di timore c è… perché sarò su strada a meno zero e potrei incontrare persone e storie che mi devasteranno….cosa vi chiedo ? Di pregare per me e di essermi vicina….so di averne bisogno e so che mi darete tanta forza….

Simina e Ciprian hanno momentaneamente scelto di essere seguiti dal comune e non la comunità…li ho aiutati io a prendere questa decisione perché se entrano subito in comunità non possono più essere aiutati dal comune ma io contrario si
Se tra un po’ di tempo non saranno contenti della loro scelta potranno entrare in comunità
Sto pensando di procurare una roulotte , Valentina rientra lunedì dalle ferie e le chiederò di aiutarmi a trovare un terreno….
Loro sanno che se porteranno la bambina in roulotte dovranno tenerla nascosta , non potrà giocare al parco, non potrà andare all’ asilo, non potrà andare scuola…..sanno anche che sicuramente appena si saprà che la bambina è in roulotte gliela porteranno via e non potranno rivederla
Hanno capito , mi hanno confidato che questa era la loro idea, ora sanno che devono avere pazienza e devono aspettare tutto il tempo necessario….
Io , per fortuna, non sono stata obbligata ad uscire dalla loro vita….anzi….li seguiro con le lezioni di italiano e altro….
Sanno che per qualunque problema possono chiamarmi e lo risolveremo insieme
Sanno che la raccolta per Jasmine sta continuando e presto spediranno il pacco…..al momento non hanno i 15 euro per spedirlo
La raccolta continua…..forza ragazzi !!!!!

Jasmine vive in una casa in Romania con la nonna materna, sono circa 20 persone in due locali non molti grandi
Avevano un altra casa ma è bruciata
Non c è doccia , non c è gabinetto, ci sono venti materassi per terra che al mattino vengono appoggiati alle pareti per avere “spazio giochi” bambini…..Jasmine non è l’unica bambina
Ciprian e Simina sognano un futuro diverso per la loro bambina…vogliono imparare a leggere e scrivere perché vogliono essere loro a insegnarlo a Jasmine e vogliono essere in grado di seguirla quando andrà a scuola….
E sai che c è…..anche questa missione è stata devastante a livello emotivo e massacrante a livello “burocratico” ma….ho fatto bene a seguire il mio cuore !!!!!

Oggi sono andata a “casa”di Simina e Ciprian….un luogo ben nascosto che abbiamo raggiunto a piedi partendo dal centro in 5 minuti ma che nessuno, se non saranno pedinati di nascosto, riuscirà mai a trovare
Durante questa passeggiata Ciprian mi ha raccontato che qualche volta qualcuno li ha pedinati di nascosto…almeno 10 volte da quando è nata la bambina…e che ogni volta quando sono rientrati a casa non hanno trovato più nulla….ne tenda, ne vestiti, ne coperte , ne vestitini e pannolini che con tanta fatica avevano comprato per spedire il famoso pacco
In particolare l ultima volta, due mesi fa , per 5 giorni non sono riusciti a trovare una coperta e non avevano i soldi per comprare una tenda nuova…
Hanno chiesto le coperte alla Madonnina del Grappa e ne avevano solo una, leggera, in quei giorni è in quelle notti è piovuto molto
Questo luogo nascosto è una macchia di rovi dove in estate ci sono tanti “serpenti” , loro li chiamano così….e tante bestie strane che girano di notte, quando è buio….Simina ha tanta paura, si sveglia spesso di notte urlando… così, dal nulla, Ciprian fa fatica, ogni volta a calmarla….questo è successo anche sabato mattina al pronto soccorso quando ha visto le provette…prima ha vomitato e poi è svenuta
L impatto per me che immaginavo cosa avrei trovato ma ho subito scoperto che avevo immaginato male è stato tremendo…ho cercato di trattenermi , non ci sono riuscita, e loro si sono preoccupati… Cris ti senti male ????
No ragazzi tranquilli, è tutto a posto…ora passa….e ci siamo accomodati in salotto, davanti alla loro tenda…io ero l ospite quindi ho avuto l’onore di sedermi sull’ unico sgabello che hanno…piccolo e traballante ma sono stata bravissima e non sono caduta
Simina si è seduta sulla tenda chiusa di Marcel e Ciprian su è seduto su un sacchetto di vestiti
Ho cercato di riprendermi un po’ e ho detto a Simina di farmi qualche domanda sui dubbi che ha sul loro nuovo progetto con il comune….
Simina mi ha guardato, si è concentrata e invece di parlare con Ciprian come fa sempre e poi lui traduce ha detto lei in italiano…. perché hai pianto….eh no bella….sei sleale ho pensato…ho detto domande sui tuoi dubbi non questa domanda !! Simina, ho pianto perché tutto questo non è giusto…posso sopportare tanto, un terremoto, un alluvione, un emergenza freddo ma tutto questo no…non ci riesco….
Loro mi hanno portato alla loro casa con tanti dubbi e tante paure….mi conoscono da 12 giorni e non ci eravamo mai visti prima….ma hanno deciso di fidarsi, io ho promesso che non dirò mai a nessuno del loro rifugio segreto, ne agli assistenti sociali, ne ai vigili , ne ai carabinieri e nemmeno a voi….questo glilel ho promesso e so che manterrò la mia promessa….loro si fidano di me…
Eva, se ci sarà bisogno di visitarli comunque dobbiamo trovare un posto…si fidano anche di te ma non c è modo di visitarli li….
Conosco qualche dinamica di chi vive per strada …una in particolare…chi vive per strada generalmente è amico di chi vive per strada come lui…se hanno un panino e il loro vicino non ce l ha lo dividono …se hanno due bicchieri di vino e il loro vicino non ce l ha lo dividono…se ne hanno solo uno difficilmente lo dividono ma qualche volta lo fanno 😜
Sì aiutano tra di loro in un modo così forte che noi non possiamo immaginare nemmeno lontanamente … Sempre…in qualunque situazione ma quando uno di loro entra i un progetto di qualunque istituzione automaticamente e senza nessun motivo comprensibile diventa un nemico terribile e cosa fanno ? Prima cosa cercano di creare una rissa così arrivano i carabinieri e quasi sicuramente chi è entrato in un progetto ne esce immediatamente ….se per carattere o per furbizia chi è entrato in un progetto riesce ad evitare la rissa passano a “maniere più forti”
Io questa dinamica la conoscevo molto bene …la mia speranza era che succedesse minimo fra un mese perché nessuno di loro ha Facebook, wathsapp e nessuno di loro legge il giornale….ma così non è stato
Due sere fa in mensa a Rapallo un loro carissimo amico si è avvicinato e con la spalla ha dato uno spintone a Ciprian …lui non ha reagito…. più tardi si è avvicinato, si è messo tra Ciprian e Simina….molto vicino a Simina e ha fatto chiaramente capire senza parlare…faccio di te ciò che voglio
Non andranno più in mensa a Rapallo…ieri avevano i soldi per un pollo cotto alla Coop e in tutto il giorno hanno mangiato solo quello

Oggi ho pranzato per la prima volta nella mia vita alla.mensa dei poveri ai frati cappuccini… .ho incontrato tanti ospiti…di quelli che erano all’ emergenza freddo e ora sanno che sono tutti in ‘lista d attesa”
Ho avuto modo di spiegare loro la storia di Simina…non ne sapevano nulla e ora hanno capito….ora non sono più solo amici….ora li proteggeranno ….stasera vanno tutti insieme alla mensa a Rapallo….io aspetto Simina e Ciprian in stazione alle 19 15 e faremo lì i compiti….
Queste sono le dinamiche di chi vive per strada…e io ho tanto da imparare da loro….da ognuno di loro
: Non avevamo previsto di andare insieme alla mensa ai frati…..non sapevo se erano pronti o no….Marcel è venuto in albergo a lasciare la fisarmonica e quando ha visto che ero lì ha “ordinato ‘ a tutti e tre di andare alla mensa con lui….e che lui correva via perché alle 11danno i gettoni…e di sbrigarci che i 4 gettoni provava a ritirarli lui…ho capito che in un secondo, quando ha visto che ero lì, ha escogitato un piano perfetto e mi sono fidata….non ci capivo niente ma mi sono fidata…..e appena sono arrivata e ho visto che tutti gli ospiti dell’ emergenza freddo erano lì…..ho capito immediatamente il suo piano perfetto….mi ha solo guardata e io ho capito….prima ci siamo stritolati e riempiti di baci….poi ho raccontato la loro storia…poi abbiamo pianto un po’ tutti insieme..giusto per non perdere il vizio….poi mi hanno detto…. tranquilla Cris….da ora in poi li proteggiamo noi…
Non mi chiederò mai più perché hanno scelto la strada abbandonando il mondo reale….ora lo so…
Comunque ormai ho il gettone e anche un po’ di fame e entro con loro a pranzo….consegno il mio gettone e il responsabile mi dice…ciao…benvenuta….sei nuova….e io…tutta timida perché anche questa è una delle loro dinamiche e io lo so….si, sono nuova, posso ? Certo, ecco il vassoio !
Così sarebbe stato tutto molto facile ma gli ospiti che fanno ???? Ma dai Cris ….diglielo chi sei…scema !!!
No ragazzi nooooo…non le ricordare più le dinamiche del mondo reale ????? Troppo tardi…..e mi chiede il responsabile….non sei una di loro ? Eh no….guarda….sono….ho organizzato….vado al dormitorio…..ti posso portare frutta fresca e ogni prelibatezza dai panifici….
No grazie….siamo a posto e oggi ormai sei qui e va bene, mangia pure ma questa mensa è solo per i poveri
Io sono povera avrei voluto dirgli ma non merita di saperlo… Io non verrò mai più a mangiare alla tua mensa ….tranquillo….il piano di Marcel è stato un piano perfetto ….e ha avuto solo un secondo per pensarlo…e il piano ha funzionato alla grande….. però grazie per il pranzo che gentilmente mi hai offerto….e ho preso pochissimo primo e pochissimo secondo e volete sapere cosa hanno fatto i miei amici che hanno visto tutta la scena…..si sono seduti, muti, e a turno si sono avvicinati a me portandomi un po’ del loro cibo…..e io ho scoperto una loro nuova dinamica e ho desiderato anche oggi di allontanarmi dal mondo reale….ed ero in pace …ed ero felice….e ho rischiato un indigestione !!!

Carissimo diario,
l’ emergenza freddo è stata un’ esperienza bellissima…molto dura sia a livello fisico che mentale ma molto molto bella…..è stata la mia prima missione in questo campo, sono un po’ preparata alle missioni terremoti e alluvioni ma a un’ emergenza freddo no e decido comunque di buttarmi a capofitto
Ho conosciuto ospiti meravigliosi….ho a disposizione 15 posti letto divisi in 2 centri di accoglienza….gli ospiti arrivano alle 20 in stazione, vado a prenderli con una corrierina di ATP e un autista volontario, scortati da una pattuglia delle forze dell’ ordine andiamo in oratorio a cena,finita la cena c’è un servizio guardaroba , io esco su strada con la protezione civile e al rientro andiamo tutti a nanna….doccia, al mattino alle 7 colazione e alle 7, 30 tutti via.
Questa è la parte tecnica, vogliamo parlare delle mie emozioni ? non basterebbe un libro e cercherò di riassumerle….la stanchezza fisica è davvero tanta….non ricordo di aver dormito così poco in tutta la mia vita…una notte vado al pronto soccorso perchè Eva, la dottoressa volontaria che 2 volte è venuta in oratorio a visitare volontariamente gli ospiti, dubita una minaccia d aborto per Simina, che poi per fortuna non è ma non dormivo da 20 ore e quella notte dormo 2 ore.
Ti dico questo perchè probabilmente la debolezza fa moltiplicare le emozioni…non lo so, ma le emozioni man mano che passano le ore e i giorni aumentano, aumentano le storie che ascolto, le loro dinamiche che imparo ascoltandoli, il nostro capirci con uno sguardo, il loro rispetto per me, il loro cuore che si apre sempre di più fino ad arrivare ad essere complici, fino ad arrivare a volerci bene ma bene sul serio, non per convenienza ma perchè scatta la famosa magia, quella che quando arriva la pace prende il sopravento e tutte le difficoltà che arrivano da ogni dove svaniscono perchè lo so…..una missione per riuscire bene deve svolgersi nella pace e nella serenità assoluta.
L’ ambulanza , come ti dicevo, porta via Simina una sera, io per fortuna rientro un po’ prima dal giro su strada perchè sono davvero distrutta e faccio in tempo ad accompagnarla sull’ ambulanza e a prometterle di andare tranquilla perchè io appena possibile la raggiungerò.
Simina è rumena, vive in una tenda con il marito e hanno una bambina di 2 anni, Jasmina

Jasmine vive in una casa in Romania con la nonna materna, sono circa 20 persone in due locali non molti grandi
Avevano un altra casa ma è bruciata
Non c è doccia , non c è gabinetto, ci sono venti materassi per terra che al mattino vengono appoggiati alle pareti per avere “spazio giochi” bambini…..Jasmine non è l’unica bambina
Ciprian e Simina sognano un futuro diverso per la loro bambina…vogliono imparare a leggere e scrivere perché vogliono essere loro a insegnarlo a Jasmine e vogliono essere in grado di seguirla quando andrà a scuola….
E sai che c è…..anche questa missione è stata devastante a livello emotivo e massacrante a livello “burocratico” ma….ho fatto bene a seguire il mio cuore !

Oggi ho scoperto una nuova dinamica del mondo reale….sono andata alla mensa dei poveri e ho fatto un offerta in denaro dicendo, comprerete della carne quando finirà quella che avete….posso pranzare alla mensa dei poveri….anche gli ospiti oggi hanno scoperto una nuova dinamica del mondo reale.
Oggi a pranzo ho conosciuto Daniel e Alessandra… Alessandra aspetta un bimbo, dormono in stazione a Sestri nei cartoni, Daniel si è avvicinato a me perché mi ha riconosciuta….mi ha visto ieri sera mentre stavo facendo i compiti in stazione con Ciprian e Simina
Daniel mi ha detto che non hanno coperte e stasera gliele porto in stazione e gli porto anche una giacca per lui e una per lei e gli porto anche qualcosa da mangiare che mi darà spigadoro alle 8,in chiusura, invece che buttarla via.

Voi non ci crederete ma dalla raccolta “avanzata” dall’ emergenza freddo quelle che porterò stasera a David e Alessandra sono le ultime 3 coperte che ho.
Alla raccolta aggiungo…..coperte e piumoni !!!!
Se per caso qualcuno vi dirà, non credo ma nel dubbio 😜….vi dirà che in dieci giorni ho mangiato una montagna di coperte avanzate voi direte….e molto educatamente mi raccomando !!!!! ….Cristina ha provato a mangiarle ma ha scoperto che erano un po’ indigeste e ha preferito distribuirle a chi ne ha bisogno….😁

Carissimi !!! Non mi sono dimenticata di voi ! Ma …. ma volantini da distribuire e palmierini da intrecciare spuntano ovunque come funghi !!!! 

Ieri sera non sono andata in stazione ma al dormitorio ….ho visto Ciprian e Simina prima di venire qui..non abbiamo avuto tempo per i compiti perché ero di corsissima ma ci sono delle bellissime novità !!!!
È stata proposto loro una casa, un lavoro e una scuola di italiano…mentre Ciprian mi racconta questo guardo Simina e ….l empatia si scatena…..Simina che c è ? Stai bene ? Sei preoccupata ? Per cosa ?

Prova a dire ….no niente ma ….conati di vomito e sta per svenire
Ci risiamo….questa è la reazione di Simina quando si spaventa…
La tranquillizzo e le chiedo di dirmi cosa la preoccupa ….intanto anche Ciprian piange…..Ciprian e Simina sicuramente hanno capito male….ricordiamoci che hanno difficoltà con l italiano…..comunque hanno capito che se vogliono continuare ad essere seguiti dal comune devono fare una scelta….o me o loro….addirittura hanno capito che devono togliere wathsapp con me e che io devo smetterla di portarmeli in giro, anche a teatro, e di fare tante foto con loro e pubblicarle….ho cercato di tranquillizzarli ….di fargli credere che hanno capito male ….e di spiegare bene a chi gli ha detto queste cose che il lavoro è il lavoro….e che il mio rapporto con loro non è di lavoro ma di amicizia …gli amici usano wathsapp, fanno insieme i compiti, fanno foto, le pubblicano su Facebook , mangiano insieme e se non hanno un posto dove andare lo fanno in stazione, e piove, e tutti li guardano perché non è normale fare i compiti in stazione e mangiare in stazione e quando non pioverà più andremo al parco a fare tutto questo e ci guarderanno lo stesso anzi….anche di più perché sicuramente io e Simina andremo sull’ altalena e sullo scivolo e sapete perché ? Perché Simina insegnerà a fare tutte queste cose alla sua bimba……eh sì….Ciprian ha detto…grazie per la casa……grazie per il lavoro….grazie per la scuola….ma…..la bimba ? Piano piano…..tra sei mesi ci pensiamo e dopo questa frase è iniziato il discorso di quello che non devono più fare con me….e Simina sviene e vomita perché sicuramente ha capito male….Simina ha capito….o Cristina o bimba….vedete come è importante conoscere bene le lingue ?

Il posteggio per la roulotte non c è….una roulotte, anche se regolare e con libretto non può stare su suolo pubblico se non è agganciata, nemmeno per breve periodo….io non ho una macchina col gancio ma ho un terreno privato dove la roulotte può stare…..la roulotte è dell’ associazione Onlus vita che rinasce e nello statuto è prevista assistenza alle persone senza fissa dimora….se incontrerò senza fissa dimora che hanno piacere di dormire qualche notte al coperto posso invitarle a farlo… soprattutto se sono in una tenda piccola da un anno e mezzo, dove ci sta solo il materasso e se nella tenda durante l emergenza freddo ci sono andati i topi perché anche loro avevano freddo e soprattutto se hanno una bambina di 2 anni lontana da loro …..non è difficile …..eppure..

Il titolo oggi è…sabato sera alternativo..

Alle 18 30 esco dal lavoro, sono stanca e penso…vado un attimo in stazione a salutare Ciprian e Simina, 10 minuti di compiti e poi stop…ci vedremo con calma domani…arrivo e chi c è ? Sonia, Michela e Omar…maciullamento di baci e abbracci e….avete mangiato ragazzi? Avete coperte ? No Cri ma tranquilla dai…tranquilli voi, faccio un salto a casa a prendere le coperte, vado al panificio e arrivo, se passa qualche ospite invitatelo a cena…..vado, torno e gli ospiti a cena sono 14 !!! Self service di cose buonissime e addirittura un vassoio di pizza e focaccia al formaggio calda !!
Come sempre tante belle foto , mi siedo un attimo per terra per fare una foto con Kira è li guardo uno a uno….e scoppio a piangere…. Michela mi vede, mi abbraccia in silenzio… forte…e mi chiede….tutto bene Cri ? Sì bella tranquilla, passa subito…si alza e dice, ragazzi, tutti qui…c è un emergenza….non capisco è lì osservo…arrivano tutti e si stringono intorno a me in un enorme abbraccio silenzioso….ho scoperto una nuova dinamica della strada.
Chiamo a rapporto i miei 5 “preferiti” ..panchina binario numero 1… Michela comincia tu….devi dire a noi una cosa bella…la prima che ti viene in mente…ok…prendiamoci tutti per mano e diciamo insieme l ave Maria..mai mai e poi mai avrei immaginato questo, su una panchina al binario 1 e senza l offerta in denaro che a volte arriva quando vanno a messa…Simina e Ciprian recitano una preghiera in rumeno…Sonia dice grazie perché senza di voi sarei una donna sola su strada e sono troppo fragile, non ce la farei..io dico..grazie Gesù perché mi hai scelta per l emergenza freddo e grazie perché hai scelto questi 5 matti e li hai messi al mio fianco….i miei maestri, quelli che mi dicono sempre cosa fare cosa non fare perché una delle loro dinamiche è proprio questa….rimanere uniti..sempre !!!

Carissimi….intreccio palmierini , vado al lavoro e sto con loro…i nostri amici…ogni volta che posso…per qualche giorno non potremo più andare in stazione…l altro ieri notte è arrivato un non senza fissa dimora, ha una casa e ha i soldi, italiano…ne giovane ne vecchio… è andato nei bagni della stazione e quando è tornato nella sala della biglietteria ha spaccato la porta e ha aggredito la signora Maria che io ho conosciuto al dormitorio….ha 65 anni e quando non è al dormitorio dorme su una sedia in stazione a Sestri….per un mese…..Marco è stato il primo a svegliarsi e proprio quella sera avevamo parlato tutti insieme di una delle loro dinamiche….in alcuni dormitori se scoppia una rissa devono uscire tutti all’ istante….all’ inizio della rissa il “provocatore” viene immobilizzato e gonfiato da tutti gli ospiti presenti….n alcuni dormitori dove se scoppia una rissa devono uscire tutti non scoppia mai una rissa….io ho detto…ragazzi mi raccomando qui no !!!! Questo poi potrebbe denunciarvi se gli mettete le mani addosso e dalla parte del torto ci passate voi !!! Studiamo insieme un altro piano….Marco dice…io ho il numero del maresciallo…..ottimo Marco ! Rimaniamo così…non succederà mai nulla ma nel caso dovesse succedere tutti fermi e zitti…Marco sì allontana e chiama il maresciallo….. è successo dopo poche ore ….si sono svegliati tutti…..tutti fermi e zitti….Marco si è allontanato e ha chiamato i carabinieri….sono arrivati in 4 e hanno fatto fatica a toglierlo da sopra alla signora Maria, ad amanettarlo e a metterlo in macchina…hanno detto a tutti di rimanere lì fino alle 6 del mattino che di sicuro rimaneva con loro ma di non tornare in stazione a dormire per un periodo che se lui torna farà del male a tutti …anche a me….Claudia ….ricordi quando mi hai trovata in magazzino e avevi appena ricevuto la notizia che non erano riusciti a caricare la roulotte ,? Urlavo e volevo spaccare tutto e tu abbracciandomi continuavi a ripetermi…shhh…calmati Cri….ogni cosa ha un suo perché ..credo di averti insultata ma il mattino dopo Giorgio ha avuto un bruttissimo infarto e se li ci fosse stata la roulotte Gio sicuramente la stava scaricando e io e te….sicuramente….non avremmo fatto in tempo salvargli la vita….non lo dimenticherò mai….ogni cosa ha un suo perché…

27 marzo

La bella storia continua … Domenica ci siamo ritrovati quasi tutti a messa, prima benedizione delle palme e poi messa, c è anche Ulli e l impatto è tremendo…non cammina più, è sulla sedia a rotelle e l unica parte del suo corpo che funziona è la testa…..corro ad abbracciarlo e mi dice… ciao Cris, sto morendo…beato te Ulli !!!! So che gli piace quando scherzo e riesco a fargli la battuta poi, seria, gli chiedo…sei pronto a morire Ulli ? Sì, lo sono e sono sereno ....grande….sapevo mi avresti risposto così è so che è la verità….a messa cerchiamo di stare tutti vicini a te e preghiamo insieme….con te e per te….e quando chiedi di portarti fuori perché il dolore diventa insopportabile lasciamo la porta aperta e rimaniamo uniti….stiamo vicini anche al pranzo…mangi pochissimo ma sei felice di essere lì…il tuo ultimo desiderio..ed è stato esaudito….finito il pranzo devo scappare al parco per distribuire vestiti e scarpe e …..buona Pasqua Ulli !!!! Buona Pasqua Cris….ci rivediamo in Italia….sei un grande…..