Angelica a Sestri !

cena solidale al circolo confidenza

Venerdi 25 agosto sono partita da L’Aquila con Angelica, Sara e Alberto, li ho portati con me a Sestri per trascorrere con loro qualche giorno di vacanza.


Non è stato facile prendere questa decisione, non sapevo se sarebbero stati bene o no lontano dalla loro casa ma ho fatto loro la proposta qualche tempo fa e Angelica non ha pensato neanche un minuto prima di rispondere…”Si certo che mi piacerebbe !”.
Al mattino io lavoro e loro vanno al mare, pomeriggio stiamo insieme e ceniamo insieme. Siamo stati alla fattoria didattica col giro degli animali e giro sul cavallo….Federica li ha portati all’ acquario….venerdì 1 settembre il circolo Confidenza ha organizzato una meravigliosa cena tutta per loro e sabato sera siamo stati ospiti a Cogorno alla sagra della birra dell’ Orso.
Dieci giorni intensi e particolari, stracolmi di emozioni, in particolare alla cena alla quale tante persone hanno partecipato per conoscerli e passare un po di tempo con loro.
Giorgio li ha raggiunti venerdi per partecipare alle due serate e domenica sono rientrati a L’Aquila.
Ora è difficle per me rientrare alla normalità, e lo sapevo dall’ inizio quanto sarebbe stato difficile per me il “dopo”…ma tutto quello che mi ha dato questa bellissima esperienza non lo avrei quindi va bene così.
In questi giorni ho avuto modo di osservarli e di capire quanto sono uniti nel loro immenso dolore, ho visto tante volte Alberto andare verso la mamma per darle un bacio o un abbraccio all’ improvviso, senza un motivo preciso,e ho l impressione che lo faccia ogni volta che si accorge che Angelica ne ha particolarmente bisogno.
Angelica parla spesso del marito Pompeo che ha perso sotto le macerie della loro casa crollata il 24 agosto ad Amatrice, di quanto erano uniti e per questo anche un po’ invidiati da molti, delle cose semplici che facevano insieme, delle loro vacanze, del loro lavoro, della loro vita…..le piace condividere ogni suo ricordo e lo fa con una dolcezza disarmante.
Spesso durante i suoi racconti io rimango senza parole, posso solo ascoltarla e commuovermi fino alle lacrime, anche se non vorrei farmi vedere cosi debole, anche se vorrei essere forte per dirle almeno una parola di conforto…posso solo abbracciarla e lei, delicata come una piuma è sempre quella che stringe più forte.
Grazie Angelica per avermi permesso di trascorrere un po’ di tempo con te, grazie per la forza che sei e per l’amore che hai per i tuoi meravigliosi ragazzi, grazie perchè non ti arrendi mai e ami la vita anche se lei ti ha trattato proprio male…. a presto ragazzi !!!